ibonsai logo
ibonsai logo
bonsai ficus ginseng

Bonsai ficus ginseng

Il bonsai ficus ginseng è una specie di albero enormemente popolare. Il motivo della loro ampia diffusione risiede nel fatto che riescono a tollerare condizioni di scarsa illuminazione, di un eccesso di irrigazione e una serie di errori commessi soprattutto dai principianti. Proprio per queste ragioni è l'albero consigliato quando si vuole avvicinare al mondo dei bonsai. Un'altra caratteristica che rende il ficus ginseng popolare è la capacità delle radici superficiali di svilupparsi intorno ai rami più bassi, una pratica eccellente per chi è intenzionato a sviluppare lo stile "bonsai su roccia". Infine, è noto per avere un tronco abbastanza robusto, con il colore che varia dal grigio al rossastro. Il bonsai ficus ginseng è originario della Malaysia, Taiwan ed altri paesi dell'Asia orientale, la pianta è una scelta eccellente per i coltivatori di alberi bonsai. È noto come Taiwan Ficus o Banyan Fig, il bonsai ficus ginseng si caratterizza per la forma delle sue forti radici e dei suoi piccoli steli, che si alternano a foglie verde scuro che crescono lungo il fusto e che sono molto più ovali rispetto al Ficus Benjamin.

Come curare il bonsai ficus ginseng

ficus ginseng

Collocazione

Per questa tipologia di bonsai è bene studiare con attenzione le varie collocazioni durante l'anno, in maniera tale da garantire alla pianta un'ottima location. Nei mesi caldi, il bonsai ficus ginseng apprezza essere tenuto all'aperto, soprattutto durante la primavera e l'estate. Quando le temperature notturne scendono di molti gradi si consiglia di posizionare l'albero su un davanzale o su un tavolo di fronte alla finestra. Una volta che la temperatura inizia ad essere bassa, è il momento di portare il bonsai dall'interno dell'abitazione. La posizione ideale per il bonsai ficus ginseng è a sud. Se non è possibile collocare il bonsai a sud, non ci sono problemi a metterlo verso est o ovest. Le ore di sole perfette vanno dalle 4 alle 6 giornaliere.

Illuminazione

Il figus ginseng può crescere in una vasta gamma di condizioni di illuminazione. Alcune varietà crescono a partire da 800 lux (la misura di intensità della luce), ma la maggior parte ha bisogno di un valore compreso tra 1.000 a 2.000 lux. Questo requisito è talmente basso che alcuni lo scambiano per un bonsai da esterno. La posizione migliore? Ad un metro dalla finestra: in questa maniera avrà la luce essenziale per effettuare la fotosintesi e svilupparsi al meglio. Una domanda comune è: "Come posso accorgermi se il bonsai non sta ricevendo la giusta luce?". Nei casi come questi, la pianta svilupperà delle foglie più piccole, aspetto estetico che rientra perfettamente nel significato del bonsai.

Temperatura

Il ficus è un albero tropicale: alcune specie crescono in Florida, dove le temperature sono davvero molto alte. In estate è possibile collocare il bonsai appena fuori la finestra, tuttavia è consigliato rimetterlo in casa non appena cala in sole.

Irrigazione

Il bonsai ficus ginseng non richiede particolari attenzioni per quel che riguarda l'annaffiatura, basta solamente controllare con frequenza che il terreno non risulti troppo asciutto. Per mantenerlo in perfetta saluta basta controllare che il terreno sia sempre leggermente umido.

Umidità

Durante i mesi freddi è consigliato tenere il bonsai in un recipiente poco profondo.

Potatura

Il periodo migliore per potare la pianta è a primavera, non appena che la pianta inizi il nuovo periodo vegetativo.

Rinvaso

Dato che questo albero ama le stagioni calde, il rinvaso dovrebbe avvenire in primavera inoltrata, ogni 3 o 4 anni. Ogni volta che si esegue questa particolare operazione è sempre consigliato eseguire una potatura delle radici, non tagliando più di 1/3 dell'apparato radicale.

Formazione

Per far ottenere al bonsai la forma desiderata si deve applicare del filo metallico intorno ai rami e al tronco. Per non spezzare i rami, è consigliato annaffiare con abbondanza prima di eseguire l'applicazione del filo metallico o di rame.

Le domande sul ficus ginseng

Quelle che seguono sono le domande più comune tra i principianti che, per un motivo o per l'altro, stanno incontrando delle difficoltà nella corretta coltivazione di questa fantastica pianta; forse la migliore in quanto a soddisfazioni sul lungo termine.

Come rendo le foglie più piccole?

Per incoraggiare l'albero a produrre foglie dalle dimensioni ridotte, bisogna aumentare la quantità di luce giornaliera. Come accennato in precedenza, il ficus produrrà delle foglie più piccole. La seconda cosa da fare è potare e defogliare le parti in eccesso. L'operazione di defogliazione è difficile e deve essere applicata solamente su alberi sani e mai più di due volte all'anno.

Perché il mio ficus perde le foglie?

Il bonsai ficus, proprio come alberi delle altre specie, può perdere le foglie per colpa dello stress. Se l'albero è stato spostato di recente, potrebbe perdere le foglie fino al momento in cui non si adatta al nuovo ambiente. Questo fenomeno può capitare anche se viene irrigato con troppa abbondanza oppure in casi di clima troppo freddo. L'ultima e mai banale ipotesi potrebbe essere quella delle malattie e degli infetti, molto difficilmente visibili ad occhio nudo.

Prezzi

Commenti (1)

  • Avatar

    Marta

    |

    ciao a tutti😊 io vorrei sapere se posso tagliare i rami secchi che non hanno più presentato da mesi i germogli verdi

    Reply

Lascia un commento

Esperto SEO Srl - Via Antonio Baiamonti 4, 00195 Roma (RM) - C/F P.Iva 01512540558 - Tel.: +39 0744.409703 - Fax: +39 0744.429985