ibonsai logo
ibonsai logo
bonsai azalea rododendro

Bonsai azalea

Il Bonsai di Azalea è un’essenza dalla fioritura molto viva, e dai colori eccezionali proprio come l’essenza dell’albero normale. A dispetto di quello che si può pensare, l’azalea si presta moltissimo in tutte le sue varietà di colore, fiori e struttura alla coltivazione come bonsai. Infatti la struttura del tronco, le piccole foglie e le radici sulla base, sono molto adatti a realizzare in un numero esiguo di anni dei bonsai molto affascinanti.

Viene chiamata Rhododendron in latino “L’albero delle Rose”.

Tra le mille varietà disponibili della famiglia dei rododendri, due in particolare sono usate diffusamente nella realizzazione di Bonsai. Si tratta dell’Azalea Satsuki (Rhododendron indicum) e L’Azalea Kurume(Rhododendron kiusianum and Rhododendron kaempferi)

Acquista i Semi di Azalea Per Bonsai su AMAZON


Cura

Collocazione Estate

Nel posizionare l’Azalea tra i nostri bonsai, dobbiamo ricordare che l’habitat ideale per questo straordinario “generatore di fiori”, è il sottobosco; perciò si dovranno ricercare condizioni di ambiente leggermente umido, luce filtrata e buona ventilazione.

Considerando le caratteristiche di forte produzione di fiori, c’è da dire che il Bonsai di Azalea va posizionato in sottobosco idealmente. Quindi l’ambiente di questa essenza è leggermente umido, luce non diretta e ventilazione adeguata.

In Estate è bene riparare dal sole il bonsai per tutto il giorno, per evitare la sofferenza dell’albero e l’ingiallimento delle foglie, perché l’azalea ama le temperature miti. E’ bene gestire tutto con un sottovaso di ghiaia umida per mantenere l’umidità adeguata.

Collocazione Inverno

Nelle regioni a clima mite/caldo, centro e Sud è possibile tenere anche in inverno le Azalee Bonsai all’aperto sempre lontane dalla luce diretta del sole. In regioni del Nord, dal clima rigido, è bene evitare di lasciarle a rischio gelate, riparandole dagli agenti atmosferici diretti sotto tettoie.

Irrigazione

Come abbiamo specificato sopra, l’Azalea Bonsai ama terreni freschi e umidi, e quindi il terreno non deve mai essere asciutto, perché l’essenza soffre molto dei COLPI DI SECCO che in genere mettono a rischio la vita del Bonsai. E’ bene annaffiare molto il terreno appena ci accorgiamo che inizia ad asciugarsi.

Dal punto di vista dell’annaffiatura, l’Azalea ama l’acqua priva di calcio, per cui è consigliabile innaffiare il bonsai di azalea tramite acqua distillata, piovana, oppure utilizzando un addolcitore decalcificante nell’acqua corrente.

 

Fertilizzante

Data la produzione di fiori meravigliosi, l’azalea bonsai ama essere nutrita abbondantemente e costantemente, quindi il concime va usato con regolarità subito dopo la fioritura, fino al mese di ottobre, evitando il periodo caldo che va nei 45 giorni dall’inizio di Luglio.

Va usato un concime specifico per azalee, oppure nel caso si sia utilizzata per il rinvaso la Kanuma, è bene utilizzare Biogold.Formazione

 

Rinvaso

Il rinvaso dell’Azalea può essere effettuato per tutto l’inverno, evitando il periodo primaverile per non perdere i fiori.

Il periodo più adatto rimane quindi dopo la fioritura, nel bimestre aprile/maggio.

L’operazione di rinvaso va fatta ogni due anni, diradata poi a 3/4 per gli alberi più anziani.

Una volta sfilato il bonsai dal suo vaso, si allungano le radici, togliendo un terzo del blocco di terra, e si recidono le radici che sono in eccesso, medicando con pasta cicatrizzante quelle più grandi.

La Kanuma è un substrato molto utilizzato nel bonsai di Azalea, insieme ad un buon terriccio per coltivazione.



Acquista la Kanuma su AMAZON


Dopo l’operazione di rinvaso, l’Azalea va tenuta un mese al riparo dagli agenti atmosferici, e non va usato concime in questa fase. E’ bene stimolare la ripresa vegetativa spruzzando regolarmente ogni settimana acqua e Vitamina B sulle foglie.

Il rinvaso va fatto quando le radici sono troppo grandi per il vaso che contiene il bonsai, ed eventualmente ingrandire il vaso con il crescere dell’albero.

Potatura

L’Azalea, come altre essenze particolarmente vigorose, necessita di una potatura di mantenimento per una volta all’anno, per mantenere la linea di questa essenza così affascinante.

La potatura va effettuata dopo la caduta dei fiori durante la primavera. Si rimuovono i fiori secchi e si dona una linea elegante all’albero, tagliando in maniera decisa nella parte inferiore, dove l’azalea vegeta maggiormente, e in modo più delicato nella parte sopra.

E’ bene usare la pasta cicatrizzante ove i rami siano più grandi, per non mandare in sofferenza la pianta a causa della perdita di linfa.

Pinzatura

E’ bene agire due volte l’anno con una pinzatura che contenga la crescita veloce dei germogli, per mantenere in equilibrio la forma e la crescita armoniosa del bonsai di Azalea.

Insetti e malattie

L’Azalea Bonsai soffre dell’attacco di Cocciniglia, Ragno rosso e Fumaggine. Per questo motivo è bene agire preventivamente ogni due settimane nel periodo caldo, trattando la pianta con insetticida specifico.


Prezzi dei Semi

Acquista i Semi di Azalea Per Bonsai su AMAZON


Lascia un commento

SOCIAL

Seguici sui principali social network!